Concerti un po' meno

Igudesman & Joo

Risate in musica

Nei concerti di musica classica ci sono delle consuetudini che sembrano ormai regole. I musicisti devono essere sempre vestiti eleganti e in nero, gli uomini al massimo qualche volta possono usare la camicia bianca. In pratica è la "divisa" del musicista.

In un concerto in cui suona un'orchestra i primi a salire sul palcoscenico sono i musicisti, e alla loro entrata cominciano gli applausi (che chiaramente finiscono prima che siano entrati tutti, quindi solo i primi se li baccano). Poi entrano il primo violino e il direttore, e nuovamente partono gli applausi. L'oboe dà il la ai fiati e poi al primo violino che a sua volta lo passa agli altri archi. Una volta dato il la gli archi accordano le altre corde (e i fiati si sovrappongo all'accordatura suonando qualche scaletta o quelle due battute che non vengono mai, il risultato è un gran trambusto di suoni). Finita l'accordatura il direttore alza le mani, e tutti si preparano col proprio strumento. Intanto nella sala il pubblico è in rigoroso silenzio. Al primo gesto del direttore l'orchestra parte e ha inizio il concerto. Il pubblico ascolta attentamente, sempre in rigoroso silenzio (a parte qualche momento in cui a qualcuno viene un fragoroso starnuto o un attacco di tosse che lo costringe ad aprire la caramella con la carta più rumorosa che ci sia). Alla fine del concerto il pubblico rompe il silenzio con un fragoroso applauso, il direttore si gira, si inchina, poi invita l'orchestra a mettersi in piedi. E poi cominciano le varie uscite ed entrate del direttore, con eventuali strette di mano al primo violino, l'orchestra si alza più volte, e il tutto avviene con assoluta compostezza. Il mometo di minor compostezza a cui si può assistere è quello in cui l'orchestra applaude: gli archi muovono il loro arco, battendolo anche nel leggio, oppure tutti battono i piedi per terra per simulare un applauso dato che le mani sono impegnate a reggere gli strumenti.

Molto diversi sono i concerti del duo Igudesman & Joo. Il violinista Alek­sey Igudes­man e il pianista Hyung-ki Joo suonano insieme dal 2004 organizzando spettacoli innovativi: un’esilarante miscela di musica classica, commedia e cultura popolare. Nei loro spettacoli non c'è nessun rigido schema come quello dei classici concerti classici, si rompe la netta divisione fra palcoscenico e pubblico (che grazie alle scene esilaranti si sente partecipe dello spettacolo) e si lascia spazio ad un mix tra comicità e rivisitazioni di famosi brani classici (e non solo classici). Il loro scopo è infatti quello di rendere la musica classica orecchiabile e accessibile a un pubblico sempre più giovane e ampio. E pare che stiano riuscendo nel loro scopo: i loro video su YouTube toccano ormai quota 15 milioni di contatti ogni anno tengono numerosi concerti in tutto il mondo accogliendo un pubblico molto numeroso.

Uno dei video più cliccati è preso da un loro concerto a Rotterdam. Igudesman annuncia che avrebbero suonato Mozart, e il duo inizia a suonare la famosa marcia alla turca. Dopo le prime battute però Joo ferma il suo amico, chiedendogli di suonarlo in la Maggiore. Igudesman rimane perplesso, il brano è in la minore, ma Joo gli fa notare che il pubblico è felice, c'è positività nell'aria, quindi è meglio una tonalità maggiore! E così riprendono a suonare, stavolta nella tonalità maggiore. Joo però ferma nuovamente Igudesman, stavolta chiedendogli di suonare il brano con uno stile più turco, più arabo...

Nei loro concerti non si occupano solo di rivisitare alcuni brani musicali inserendoli in una commedia comica. Un altro famoso video di TouTube è Where is the Remote Control?: Joo è seduto sul palcoscenico e ascolta dal suo stereo il I movimento del famoso concerto in mi minore per violino di Mendelsshon (che nella sena è suonato dal famoso violinista Kremer e dall'orchestra alle sue spalle), quando ad un certo punto il disco si inceppa e non trova il telecomando...

Oppure realizzano scene musicali-teatrali in cui all'interno della commedia comica si trovano delle rivisitazioni musicali. Ne è un esempio The Cyber Conductor. Il video è in Tedesco, ma ci sono i sottotitoli in Inglese.

Nei loro pazzi sketch musicali hanno partecipato anche alcuni grandi della musica classica come: Gidon Kremer, Emanuel Ax, Janine Jansen, Mischa Maisky, Viktoria Mullova e Julian Rachlin.

Non solo musica classica nei loro concerti, i due si cimentano anche in altri generi. In questo video Kremer suona l'Ave Maria di Gounod, suonata sotto un famoso preludio di Bach (si una sovrapposizione di due diverse melodie ormai molto nota), e poi Igudesman passa a Libertango di Astor Piazzolla, con un'interessante sovrapposizione.

L’anno scorso i due hanno girato l’Europa in tournée con leggende pop come Robin Gibb (Bee Gees), Midge Ure (Ultravox, promotore con Bob Geldof di Live Aid e Band Aid), Tears for Fears, Simple Minds e Kim Wilde. Aleksey Igudesman ha suonato individualmente con il premio Oscar Hans Zimmer e il pluri-premiato ai Grammy Bobby McFerrin. Hyung-ki Joo ha lavorato con Vangelis – una statuetta a Hollywood - ed è stato scelto dalla leggenda Billy Joel per arrangiare e registrare le sue composizioni classiche per un cd che ha poi scalato le classifiche musicali. Entrambi hanno studiato composizione, e nei loro spettacoli mostrano parte della loro abilità compositiva creando un mix musicale di musica classica e non.

 

Igudesman e Joo hanno anche collaborato diverse volte con l’ex-James Bond Roger Moore per eventi dell’Unicef. L'ultimo è stato a Vienna il 31/12/11, nel quale hanno anche fatto un record mondiale!

Siti web

Note

  1. Nel video dicono A major, questo perché nei paesi di lingue inglese e tedesca le tonalità sono espresse secondo la notazione letterale: A=La, B=Si (per i Tedeschi B=Sib e H=Si), C=Do, D=Re, E=Mi, F=Fa, G=Sol.
  2. Inserimento cronologico dei brani (alcuni sono in sovrapposizione):
    • 2:24 Inspector Clouseau Theme
    • 2:58 qualcosa in stile Bee Gees
    • 3:10 Tchaikovsky - Sinfonia No. 5, II movimento
    • 3:21 Kill me softly
    • 3:33 Final countdown
    • 3:45 Bach - suite n° 1, preludio (trasposto nella tonalità minore)
    • 3:56 Haendel - Halvorsen Passacaglia
    • 4:08 Theme Les parapluies de Cherbourg
    • 4:32 Autumn Leaves
    • 4:43 Chopin - Etude op. 25 n° 12 Ocean + Autumn Leaves
    • 4:54 Bach - Toccata & Fugue (trasposta)

Some rights reserved

Questa articolo è distribuito sotto licenza Creative Commons: sei libero di modificare e ridistribuirlo a patto che venga attribuita la paternità al suo autore e del sito la natura delle cose, non venga usato per fini commerciali e venga distribuito con licenza identica o equivalente a questa.

Commenti

sotto sotto fanno didattica questi due.. il loro approccio nel presentare degli aspetti apparentemente ostili e noiosi della musica classica consiste nel rovesciare completamente il protocollo serioso di cui si parla all\'inizio dell\'articolo, mostrando come la musica è soprattutto allegria. Sotto questo punto di vista si può cogliere un legame con i metodi alternativi di insegnamento delle scienze proposti in questo stesso sito, basati sullo stupore iniziale e sul divertimento.

Rispondi | Permalink

Aggiungi un commento